ROBERT CAPA – Luisa Bondoni

EVENTI FACEBOOK

VENERDI’ 28 APRILE ORE 21.00

Altro incontro ieri sera 28 Aprile organizzato da SHOOT presso Mero&More a Verona tenuto da Luisa Bondoni sul fotografo di guerra più amato e conosciuto in tutto il mondo ovvero Robert Capa !

Non c’è niente da fare… Luisa Bondoni sa tenere incollato il pubblico alla sedia con le orecchie bene aperte e con gli occhi grandi grandi per non farsi scappare nemmeno un’immagine proitettata sullo schermo.

Per ben due ore Luisa ha parlato ininterrottamente della vita e degli scatti più famosi di Robert Capa rivelandoci aneddoti e curiosità su questo personaggio controverso diviso tra donne, scatti, grandi bevute e guerre nelle quali fu sempre in prima linea pronto a documentare senza mai tirarsi indietro.

Lo spirito di avventura accompagnerà Robert Capa (vero nome Friedmann Endre Ernő) per tutta la sua vita spingendolo a documentare 5 conflitti in giro per il mondo e a dar vita alla più importante agenzia fotografica, ovvero la Magnum Photos.

L’immediatezza e’ la forza degli scatti di Capa: lui stesso era un soldato in prima linea con le sue macchine fotografiche, ne aveva sempre due, e sempre pronto a sfidare la morte per raccontare la guerra.

Una frase celebre fu infatti “Se le tue foto non sono buone, vuol dire che non eri abbastanza vicino” come a dire che bisogna stare dentro le cose, bisogna immergersi nella realtà per poterla raccontare.

Robert Capa fece anche il fotografo di moda iniziando con Dior ed avvicinandosi anche al mondo del cinema grazie al quale conobbe la bellissima Ingrid Bergman che lo introdusse nell’ambiente hollywodiano e con la quale ebbe una lunga relazione.

Ma Robert Capa fu indubbiamente altra cosa ed e’ per questo suo essere un’altra cosa che Capa accetta di seguire per Life la guerra francese in Indocina . Qui perde la vita a causa di una mina anti-uomo nel Maggio del 1954.

Grazie Luisa per averci dato la possibilità di immergerci in un pezzo della nostra Storia e nella vita di Robert Capa forse ora capendolo di più e provando per lui ancora più simpatia ed ammirazione.

 



I commenti sono chiusi.

Incontri Sharing 2017 – 2018
VISIONI esposizione fotografica
INCONTRO SU EUGENE SMITH