Menu Chiudi

Workshop Reportage di Gabriele Micalizzi “Put Yourself in the Situation”

Presentazione
Gabriele Micalizzi, già ospite di Shoot nella stagione 2018-2019, realizzarà il workshop “Put Yourself in the Situation”.

Gabriele toccherà vari aspetti della fotografia di reportage di guerra, dalla nascita di questo genere alle prime testimonianze, all’equipaggiamento consigliato (non solo fotograficamente parlando!), come trovare la committenza e come agire sul campo, fino all’editing finale.

Date: sabato e domenica 19-20 ottobre 2019 dalle 10 alle 18.

CHIUSURA ISCRIZIONI LUNEDI’ 14 OTTOBRE!

Dove: presso la sede dell’Associazione Shoot, a S. Giovanni Lupatoto VR.
Partecipanti: massimo 15

Costo
Il costo del workshop è di 205€ per i soci. Se non sei socio dovrai versare anche la quota associativa di 15€, per un totale di 220€ – scopri tutti i vantaggi riservati ai soci!
Acconto all’iscrizione di 110€, saldo a inizio workshop.
Leggi le modalità di pagamento e rimborso.

ISCRIVITI!o chiedi informazioni
 
Il programma potrebbe subire variazioni di data a seguito di cause non dipendenti dalla volontà dell’Associazione Shoot.

 

Tutti gli importi si intendono come contributo alle spese dei corsi, fuori campo di applicabilità dell’IVA. Eventuali sconti non sono cumulabili. Vitto, alloggio e trasporto sono a carico dei partecipanti.

Docente
Gabriele Micalizzi

Dopo il diploma alla scuola d’Arte di Monza (ISA), inizia la sua carriera da fotogiornalista giovanissimo, lavorando dal 2004 al 2005 per la Newpress Agency di Milano. Nel 2006 consegue il diploma alla scuola d’Arti Applicate del Castello Sforzesco di Milano, specializzandosi come illustratore. Dal 2008 documenta costantemente la condizione sul territorio italiano sia a livello politico che sociale, concentrandosi sulla crisi d’identità del paese e sulla decadenza culturale da cui è afflitto.

Nel 2008 fonda insieme ad altri amici il progetto Cesuralab, oggi chiamato “Cesura”, sotto la direzione artistica del celebre fotografo Alex Majoli. Nel 2010 vola in Thailandia, per documentare le rivolte delle cosiddette “Camicie Rosse” contro il governo a Bangkok. Dal 2011 inizia la sua documentazione sul Medio Oriente e copre tutti gli avvenimenti legati alla “Primavera Araba” dividendosi tra Tunisia, Egitto e Libia. Porta avanti il suo lavoro sul Medio Oriente anche tra il 2012 e il 2013, concentrandosi su Gaza e Istanbul e negli stessi anni, lavora parallelamente alla crisi economica che si è abbattuta sulla Grecia. Nel 2014 torna sulla striscia di Gaza, dove dà un resoconto esclusivo della battaglia del Generale Khalifa Haftar contro le milizie islamiche. Nel novembre 2016 presenta il suo lavoro pluriennale sulla situazione libica presso la Leica Galerie di Milano con una mostra personale intitolata “DOGMA”.

Gabriele ha inoltre vinto numerosi premi e riconoscimenti a livello nazionale e internazionale per i suoi lavori di reportage. Dal 2016 è testimonial Leica, ed è il primo vincitore del talent europeo sulla fotografia, Master Of Photography. Nel 2017 ha eseguito la nuova Campagna Fall/Winter per Yamamay, e ha fatto il reportage di Miss Italia 2017 e il calendario in uscita nel 2018, continuando così il suo progetto personale “Italians: the myth”.
Collabora con giornali e riviste nazionali e internazionali quali: New York Times, Magazine, Herald Tribune, New Yorker, Newsweek, Stern, Corriere Della Sera, Espresso, DRepubblica, Repubblica, Internazionale, Panorama, Sportweek, Wall Street Journal.

Attualmente risiede a Pianello Val Tidone con la famiglia.

Visita il suo sito

Leggi l’intervista su Esquire

Leggi l’intervista su Da Sapere

Shoot News collegate

Gabriele Micalizzi (nov 2018) – la serata di Sharing di Shoot!

Gabriele Micalizzi ferito in Iraq

Gabriele Micalizzi. Fotoreporter di guerra e non solo…

 

Seguici e condividi il post!
error0